Benessere Femminile 

DIASTASI ADDOMINALE

Che cosa è?

Durante la gravidanza le aponeurosi e i tessuti connettivi che tengono uniti i retti dell'addome si assottigliano e si stirano per fare spazio al bambino.

Può capitare in alcune condizioni di predisposizioni, bambini particolarmente lunghi o in gravidanze gemellari, che queste si lacerino portando ad una apertura sulla parte addominale nel post parto che da sola non riesce a sistemarsi.

Perchè rappresenta un problema?

La diastasi può avere diversi gradi, arrivando a togliere alle donne il cuscinetto di protezione addominale, lasciando i visceri scoperti.

Può dare fastidio la sensazione dell'addome che si sporge in avanti, può provocare gonfiore, mal di schiena e peggiorare condizioni di debolezza del pavimento pelvico, in quanto ogni spinta non  più parata dall'addome andrà a scaricare sul pavimento pelvico.

Come la si può trattare?

Le due forme di trattamento si suddividono in:

Trattamento invasivo - intervento chirurgico di maggiore o minore complicazione in base al tipo di diastasi e specializzazione del chirurgo. Di solito se ne occupano i medici di chirurgia generale e quelli di chirurgia estetica. E' possibile incorrere in recidive con il bisogno di ripetere l'operazione in percentuali molto variabili.

Trattamento conservativo - questo tipo di trattamento comprende una serie di attività che vanno a lavorare sulla muscolatura del corpo al fine di ridurre la diastasi e la sua sintomatologia, migliorando il lato estetico ma soprattutto quello funzionale. Tapping proprio cettivo, ginnastica del pavimento pelvico e ginnastica ipopressiva.

IO MI OCCUPO DI QUESTO ULTIMO

GINNASTICA IPOPRESSIVA ADDOMINALE

Di cosa parliamo?

La ginnastica ipopressiva addominale è una tecnica ideata dal dottor Marcel Caufriez.

 

Fin dalle prime sedute si percepiscono i numerosi benefici:

  • a livello posturale

  • miglioramento o risoluzione dell’incontinenza e prevenzione

  • avvicinamento dei retti dell’addome ( trattamento per diastasi addominale e prevenzione)

  • riduzione del girovita e addome tonico

  • prevenzione o miglioramento dei prolassi degli organi interni

  • prevenzione e miglioramento di ernie

  • miglioramento dei parametri respiratori e sanguigni

  • incremento del rendimento sportivo

  • sessualità più soddisfacente

  • miglioramento della circolazione degli arti inferiori grazie alla decompressione ( diminuzione della sensazione di pesantezza)

Nasce con l'obiettivo principale di dare alle puerpere, a partire dai 3 mesi dopo il parto, un programma di esercizi al fine di recuperare tono a livello addominale e perineale. Oggi la ginnastica ipopressiva ideata come ginnastica riabilitativa viene implicata nel trattamento di numerose funzioni a livello globale.

 

E non parliamo solo di terapia, rappresenta uno strumento efficace anche nella prevenzione:

  • prima e dopo interventi uroginecologici e della fascia addominale;

  • aiuta a normalizzare le tensioni muscolari dopo attivià fisica intensa;

  • a prevenire disfunzioni pelviche per tutte le persone che si sottopongono ad attivita fisica ad alto impatto che determinano un aumento della pressione intra-addominale o micro traumi ripetuti (salti nella pallavolo, basket, ginnastica ritmica, atletica, ecc) 

Le uniche controindicazioni sono:

Gravidanza e ipertensione

Salute a 360°

Contattami

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram

Dove

A Piacenza, in Via Egidio Gorra, 55 - Centro Unique

A Fidenza in Via G Leopardi, 2 - Studio professionale

A casa con te - Gravidanza e Post Parto

Ostetrica Maria Belen Quaranta

340 2740058

ostetricabelen@gmail.com

Seguimi

© 2019 by Ostetrica Belen. Proudly created with Wix.com